Fatacarabina

Fatacarabina

sabato 28 novembre 2009

Vieni qui

Vieni qui, davanti allo specchio. Guardati.
Ma li hai visti gli occhi belli che hai?
Li vedi, come li vedo io, questi occhi verdi che ridono?
Ti accorgi della tua pelle che cambia, che si rilassa, che ti fa tornare ai tuoi vent'anni, quando avevi solo fiato nei polmoni e le ossa ti vibravano per la troppa vita che volevi vivere?
Ti rendi conto che non sei uguale a ieri?
Vieni qui, vicino a me. Stacci cinque minuti.
Io li vedo gli occhi belli che hai.
Occhi verdi che ridono, non di me, ma con me.
Una pelle che si rilassa, che scaccia i fastidi e i dolori, che mi fa venir voglia di esserci stata, io, quando tu avevi vent'anni e così tanto fiato nei polmoni e ossa vibranti, di voglia di vivere, di fare, di sperimentare.
Io li vedo gli occhi belli che hai.
E resto ad ammirare la trasformazione. E ne resto folgorata, come una cieca che torna a vedere, dopo anni di buio.
E penso che anche lontano chilometri e decenni, il bene non si sporca, se non c'è malafede e quel basso gioco all'utilizzo della felicità altrui per dar una parvenza di dignità alla propria.

Io li vedo gli occhi belli che hai e sono un antidoto al buio che avanza.

5 commenti:

elena (quella di londra) ha detto...

Gli occhi della fata ci vedono sempre benissimo!

Lindalov ha detto...

I miei erano belli.
Forse adesso non più.

claire ha detto...

fata sai cogliere certi aspetti nelle persone che mica tutti eh :D

La Valigia Delle Idee ha detto...

A me ha fatto subito ricordare questa bella canzone:

Ojos azules no llores
No llores ni te enamores
Lloraras cuando me vaya
Cuando remedio ya no haya
Tu me juraste quererme
Quererme toda la vida
No han pasado dos, tres dias
Tu te alejas y me dejas
En una copa de vino
Quisiera tomar veneno
Veneno para matarme
Veneno para olvidarte

modesty ha detto...

sì!
simple as that!

love mod

Creative Commons License
hotelushuaia is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.hotelushuaia.blogspot.com. Questo blog non è una testata giornalistica ma uno spazio di libera espressione del pensiero personale