Fatacarabina

Fatacarabina

sabato 21 novembre 2009

Puntina

Mi è risuccesso. L'avevo parcheggiata lì, ne sono sicura. Al cento per cento. O quasi, che oggi con la testa sono altrove, dentro la cuccia, e mi infastidisce che invece sono fuori e lavoro. Ma giuro, l'avevo parcheggiata lì. Poi sono ritornata che mi serviva, e non c'era. Ero di fretta. Avevo un lavoro da fare, sono andata a far il lavoro e tornando verso il parcheggio dove ero sicura che c'era, sono passata davanti alla mia macchina. Il puntino grigio digos non era dove pensavo ma in un'altra strada e per fortuna che ci sono passata davanti altrimenti mica vedevo che si era spostata.
Con quella macchina mica è la prima volta che mi capita. Una sera sono salita in un puntino grigio digos, dopo aver aperto con la chiave, e prima di metter in moto mi sono accorta che gli interni erano neri. Ma la mia ha invece gli interni bianchi. Allora sono scesa, ho chiuso a chiave e mi sono accorta che la mia puntina era quella dietro. E sono certissima che mi ha guardato ghignando. Certissima.

5 commenti:

Lindalov ha detto...

Io spesso ho confuso il motorino; mi é successo di accanirmi con rabbia pure con la chiave del lucchetto, salvo poi fare mente locale e accorgermi che non era il mio motorino.

Che vergogna.

elena (quella di londra) ha detto...

non so ma a me sta cosa che tu puoi entrare nella macchina di un altro mi fa un po' paura che poi l'altro può entrare nella macchina tua...

Arcureo ha detto...

Se entra nella mia si schifa e esce...

fatacarabina - remedios ha detto...

linda, vergognamoci assieme
elena, me lo chiedo da allora
arcureo, guarda che la mia auto vede l'acqua una volta l'anno

Andrea Buoso ha detto...

Una volta con la stessa chiave si aprivano le Uno...

Creative Commons License
hotelushuaia is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.hotelushuaia.blogspot.com. Questo blog non è una testata giornalistica ma uno spazio di libera espressione del pensiero personale