Fatacarabina

Fatacarabina

martedì 2 dicembre 2008

Tornite

Mi guardo allo specchio, e come ogni donna che si rispetti, spesso faccio l'elenco dei miei difetti. Ci casco pur sapendo che la perfezione è il male. Ma mi basta pensare alla conoscente tacchettata, modello manico di scopa, che mi capita spesso di incontrare, per star meglio. Gli amici dicono che sono tanta, quando vogliono farmi un complimento. E io sorrido, perché so che è assolutamente vero. Un corpo, uno stile di vita, quello dell'abbondanza.
Di me dico che sono tornita. E mi va bene dirlo, perché sono la prima a scherzare sulle mie rotondità. Con cui, alla fin fine, convivo ora benissimo. Quando esco con la mia compagnia di amici e amiche, raggiungo in fretta il top degli abbracci.
Lo so, sono confortevole e questo mi rende orgogliosa.
Fino a qualche anno fa anche io ambivo al ruolo di donna stecco. Le guardiamo ammirate apparire sulle riviste di moda, bellissime e senza rughe e ti vien l'invidia della perfezione, della totale assenza di cellulite. Poi rivedi i loro cloni per le strade, che avanzano sui tacchetti con facce tristi e piene di rughe, per i troppi chili persi in fretta.
Tavole senza culo e seni, prive di rotondità, irrigidite nei loro ruoli di donne perfette. Perfette per chi, questo è il punto. Per gli stilisti e le riviste o per loro? Non credo affatto siano loro a scegliere, alla fine. E a me vien la tristezza, che mi tocca fermare con un quadretto di fondente extra. O con un abbraccio forte, che è ancora meglio.

1 commento:

S.B. ha detto...

Basta con le donne stecco! E' un modello assurdo e innaturale, oltre che dannoso. Evviva le tornite! :-)

Creative Commons License
hotelushuaia is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.hotelushuaia.blogspot.com. Questo blog non è una testata giornalistica ma uno spazio di libera espressione del pensiero personale