Fatacarabina

Fatacarabina

lunedì 8 dicembre 2008

Parole

Ci sono persone, che non pensavo, che mi entrano sotto pelle e ci navigano dentro, silenziose il più delle volte, e poi quando vogliono loro, sanno dire parole che, con l'eco che si produce improvviso sotto pelle, finiscono con lo smuovermi dentro, dal cervello al ventre. E io resto stupita a veder come reagiscono i miei due cervelli, che hanno bisogno di onestà e sensibilità, oggi, per muoversi davvero, davanti a queste parole che mica sono dette per me, ma hanno toni veri, fondamentali.
Mi spunta una lacrima perché so cosa significa amare con le ossa e non solo con il corpo, il cervello e la pancia. Ricerco quella sensazione, che mica sempre la trovi e tantomeno al supermercato delle emozioni.
Non è una lacrima triste, piangiamo per toglierci le tossine dal cervello e pure le parole, talvolta, hanno il potere di depurarci dentro. E io che ora so chi sono e voglio andare nel bosco ad accarezzare quel lupo, che in certe notti, nei sogni, mi viene a trovare, e stavolta ci voglio camminare assieme senza paura che mi azzanni e mi lasci con la gola squarciata a terra a cercar di dire una parola che non so dire, sono felice che ci sia ancora chi le sa dire le parole, quelle fondamentali. Che escono dal cervello, vengono filtrate dalla pancia ed escono potenti e rafforzate. Come un pugno che ti intontisce e poi ti costringe a reagire.

1 commento:

sancla ha detto...

Le parole sono importanti, fanno accadere le cose (e fanno emozionare, come sai fare tu)
:)

Creative Commons License
hotelushuaia is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.hotelushuaia.blogspot.com. Questo blog non è una testata giornalistica ma uno spazio di libera espressione del pensiero personale