Fatacarabina

Fatacarabina

mercoledì 7 aprile 2010

quanto son tristi le fattucchiere...

Oggi va che ho la bocca silenziosa e un pochino di paura dentro, di esser tutta sbagliata, io, e allora quando son così capita che apro il barattolo delle spezie, quelle che porto a casa dai miei giri. Annuso e le assaggio e mi viene voglia di cucinare che è una cosa che occupa il cervello e mica sempre richiede l'uso della parola.


Roba da fattucchiere ne è venuta fuori.
Non pigliate paura, questa è la marinatura per il pollo tikka masala. Dicono che è un piatto che in realtà in India non esiste, se lo son inventato per gli inglesi.
E' un po' come quando pensi di piacere e invece è tutta fuffa del tuo cervello. Ecco, il tikka masala è fuffa. Però di quella buona, e così mi son messa a seguir la ricetta passo passo. Prima la marinatura, il pollo è adesso silente in frigo.

Poi la salsa: io ci ho messo una  cipolla e due scalogni, che son più dolci, mezzo peperone verde, il mix di spezie potenti che con il vapore mi son venute su per il naso e mi han fatto ridere. Poi ci ho aggiunto il pomodoro e alla fine...tocco di classe. Niente yogurt ma latte di cocco che vien meglio. De gustibus...si esatto. 
Adesso non mi resta che aspettare. Poi  cucinerò in forno il pollo e solo alla fine quando sarà cotto lo unirò alla salsa. E sarà un bel matrimonio di gusti. A me, poi, resterà solo da preparare il riso basmati. Stappare il vino e preparar la tavola per gigio e gigia. 
Adesso vado a leggermi un libro. O a scriverlo, se son capace.


5 commenti:

Anonimo ha detto...

SLURP!
gianni

mastrangelina ha detto...

un giorno ti vengo a trovare magari una di queste magie mi fa bene :)

Michiamomitia - fu fatacarabina ha detto...

mastra vuoi venire? ti aspetto :)

vix ha detto...

ostia, che nostalgia! voglio un masala dosa subbbbito!

ps. era buono, ve'?

Michiamomitia - fu fatacarabina ha detto...

essì :)

Creative Commons License
hotelushuaia is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.hotelushuaia.blogspot.com. Questo blog non è una testata giornalistica ma uno spazio di libera espressione del pensiero personale