Fatacarabina

Fatacarabina

sabato 24 aprile 2010

Celui


Ieri a Ferrara pioveva. E io son andata a veder questa mostra, "Da Braque a Kandinsky a Chagall" al palazzo dei Diamanti e c'erano solo nonni a vigilar le sale, entravi in una e ti veniva spontaneo dir "buongiorno", passavi in un'altra e ti usciva un "Buondì" o un "Salve" e c'erano ragazzi intenti a dar un significato, tutto loro, alle opere che vedevano, e c'erano coppie che si tenevano per mano e ascoltavano assieme le audioguide. E c'ero io, con il mio trench bagnato, che me ne son stata per conto mio.
All'inizio mi sentivo un pochino sola, io, che tutti parlavano e io no,  poi man mano che passavo di sala in sala, io me ne stavo con me, a guardarmi tutta l'incertezza che indosso ultimamente, che non so bene quel che so dare, io, agli altri, attorno a me.
Sono uscita, con una frase stampata sotto pelle: "Celui qui dit le choses sans rien dire".

2 commenti:

claire ha detto...

sei tu se intendi dire che pur restando in silenzio, i tuoi occhi parlano, non sei tu se intendi colui che parla, ma in realtà non dice nulla :D

Baol ha detto...

Te col trench bagnato alla mostra fa tanto quadro di Hopper...

(pure qui non è che fosse asciutto eh...)

Creative Commons License
hotelushuaia is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.hotelushuaia.blogspot.com. Questo blog non è una testata giornalistica ma uno spazio di libera espressione del pensiero personale