Fatacarabina

Fatacarabina

giovedì 29 aprile 2010

io lo giuro

Io, lo giuro, non lo so. Non so quando son diventata noiosa.
E' successo che Arturo si è girato di lato e non ha più voluto saperne di coccolarmi. Era una avvisaglia, chiara, ma io non me ne sono accorta. Ero troppo presa a sbatter la testa contro il muro , al ritmo di Libertango, senza alcun chiodo da piantare.
Non so bene, cosa è successo. E' che a un certo punto mi son mancate le parole o meglio mi son sembrate tutte una gran fuffa di lettere, e non sapevo  dire.
Dire cosa? Questo è il punto.
Dire che mentre per la prima volta ho visto in un libro di carta alcuni miei racconti, l'unica mail di interesse per i miei racconti  è arrivata da una casa editrice smaccatamente a pagamento? Di quelle, che se paghi, cavolo, quanto sei bravo?
Dire che ho una voglia di sorridere che spaccherei i muri a dentate perché sono in un periodo di terremoto emozionale, una faglia interna che mi scoperchia tutta e mi rende diversa e vulnerabile e a me va benissimo così, di esser fagliata ed emozionale,  e invece di correre in un collettivo girotondo di festeggiamento, a volte mi ritrovo sola, sotto la pioggia, a cercar l'ingresso di una stupenda esposizione; di  quelle che se ci vai sola sei una grande, ma che se ci vai in due sei una gran figa?
Dire  che i miei amici non se la passan benissimo, causa crisi del lavoro, e io di questo mi dispiaccio? Dire che pure io al lavoro non me la passo bene, ed è la prima volta dopo decenni di dignitosa, credo, attività?
Tutte cose che cozzano contro una domanda. Ma a chi frega tutto ciò? E allora divento silenziosa, mi par che son senza parole, che mi manca il sostantivo e l'aggettivo mi esce malissimo, e allora ecco che divento noiosa. Che io c'ho una vita banale, nulla di speciale, mica come quelli che sono sempre al top e sono strafighi sera e mattina. Io mi sveglio con le borse e mi addormento con la bavetta del sonno giusto. Non sono presentabile, ecco. E poi, son noiosa...

5 commenti:

Laura ha detto...

Ti abbraccio, Mitia.

peppermind ha detto...

Io quei fighi lì che dici tu, mica ci credo che esistono... esistono solo i fighi come te, e son mica tanti.

marlene ha detto...

Al giorno d'oggi è tutto soggettivo compresa la banalità.
Solo il fatto d'esser donne (il che comporta mille lune e tempeste ormonali) sarà normale... ma mica è banale.
La noiosità di una persona credo che sia come quella dei bambini che lo sono quando sono stanchi o stanno poco bene...noo? marlene

splendidi quarantenni ha detto...

Noiosa tu? Ambè siamo a posto!

cumino ha detto...

Noiosa non lo sei affatto, ammettere i tuoi momenti emozionali è da grandissima. Io, in questo, mi stò ancora esercitando chè non mi viene tanto bene. Ma c'ho fiducia. Un saluto, hai un bel blog.

Creative Commons License
hotelushuaia is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.hotelushuaia.blogspot.com. Questo blog non è una testata giornalistica ma uno spazio di libera espressione del pensiero personale