Fatacarabina

Fatacarabina

lunedì 7 giugno 2010

Di elefanti, cristalli e baci alla luna

Io sono tornata la donna istintiva che ero, salvo poi farmi venire i sensi di colpa per certe uscite che mi escono di bocca, e possono spiazzare. O spiazzarmi. Vorrei solo imparare a scacciar quella sensazione, che ogni tanto mi prende, di esser un elefante a passeggio nella cristalleria all'ultima moda.
Oggi se io sto bene lo dico, se amo lo dico, se provo piacere e felicità, io non faccio che dirlo.
C'è stato un periodo, mica tanto lontano, che io avevo deciso di tener la bocca chiusa e trattenere certe parole, che erano diventate superflue e inutili. Io che avevo sempre pensato che le parole aiutano a cambiare il nostro mondo, avevo deciso di lasciarmi andare a seguir la marea, galleggiavo, faccia in sù, credevo. Muta.
Poi è arrivata una mareggiata e mi son ritrovata a testa in giù, ho trattenuto il respiro finché ho potuto e poi mi son sentita soffocare e ho urlato ma oramai ero senza fiato. Son rimasta a lungo senza fiato.
Ecco, perché io oggi, istintiva e urlatrice come una prociona che bacia la luna, son contenta che son così. Son anche contenta che son donna più di quanto faccia vedere. Son contenta che son ancora vera e non troppo contaminata.
E' un pensiero bello che mi accompagna verso una età che non so cosa mi riserverà. E adesso scusatemi ma ho una cristalleria andata in frantumi da pulire e ho solo una scopa in mano. Con la proboscide da elefante, non si riesce manco ad accenderla l'aspirapolvere.

4 commenti:

claire ha detto...

se vuoi, ti aiuto volentieri :D

Gaia ha detto...

evviva gli elefanti, abbasso le cristallerie.

peppermind ha detto...

Meglio elefanti in cristalleria che tre-scimmiette... io sono sempre stato un po' trescimmiesco, fidati.

vix ha detto...

con la proboscide da elefante l'aspirapolvere non solo non serve, non c'è proprio partita.

Creative Commons License
hotelushuaia is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.hotelushuaia.blogspot.com. Questo blog non è una testata giornalistica ma uno spazio di libera espressione del pensiero personale