Fatacarabina

Fatacarabina

sabato 5 febbraio 2011

Resentin

A me, sarà perché lo sono, veneziana, anche se di barena, le parole veneziane piacciono un sacco. Non c'entra nulla l'uso del dialetto come una bandiera di identità comunitaria.
A me le parole veneziane piacciono perché sono musicali; perché le senti pronunciare e con quelle s e x uno che non le conosce si fa dei film in testa, secondo me, per rappresentarle e dar loro un senso.
E allora io le parole veneziane le uso spesso, come si può notare anche in questo documento di cronaca qui, redatto dal prode Sergione. E a volte alle parole veneziane ci metto dentro altri significati, magari tutti miei, ma mi diverte così. Una di queste parole è il resentin, pratica molto veneziana, che prevede di bere un caffè, evitando di sorseggiarlo tutto, tenerne qualche goccia nella tazzina per poi aggiungerci della grappa. Successivamente si rotea la tazzina in senso orario o antiorario, a seconda dei gusti, per far mescolare caffè e grappa, e poi si beve. Ecco il resentin è quel gesto ma è anche un movimento e quando lo pronuncio penso all'oscillazione oraria o antioraria, non faccio la talebana io.
Ma a casa mia il resentin è anche quell'evento molto piacevole, di un risveglio non solitario. E quando ci si sveglia in due e il letto pare una isola lontana da tutto, beh, è bello cominciare la giornata così. Mescolarsi un pochino con un movimento orario o antiorario. Non sono talebana, io.

4 commenti:

achab ha detto...

Ciao,bello il tuo blog.
Buon fine settimana.

claire ha detto...

beh, si il resentin a due, si fa semore volentieri :)

Michiamomitia - fu fatacarabina ha detto...

@ciao achab benarrivato
@claire cara sì volentieri :)

chiaratiz ha detto...

che buffo. Io a casa mia lo chiamo rAsentin, con la a :-D

Creative Commons License
hotelushuaia is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.hotelushuaia.blogspot.com. Questo blog non è una testata giornalistica ma uno spazio di libera espressione del pensiero personale