Fatacarabina

Fatacarabina

lunedì 27 settembre 2010

Approfitto per salutare anche il cigno di Riva del Garda

Se ne stava con il culone bianco sparato verso l'alto, le piume perfettamente asciutte e la testa invece era sott'acqua, con il collo lungo proteso verso il fondo del lago e il becco a caccia di chissà cosa tra i sassi, con gli occhi aperti. Sì, l'acqua vicino alla Riva era così limpida che gli ho visto gli occhietti aperti.
La zampa sinistra, bella muscolosa, la usava per darsi l'equilibrio e galleggiare. Pareva un grande culone bianco, deciso a conquistare il mondo. A me tanta sicurezza, mi ha rasserenato. Che se una cosa che fai ti viene naturale, te ne freghi del culone bianco e ti dai da fare.

4 commenti:

Bimba Stronza ha detto...

Quantomeno non t'ha attaccato, dicono che i cigni siano alquanto aggressivi...! :) Mi piace 'sta cosa del culone, comunque.

peppermind ha detto...

Bello, bel pensiero... verso il futuro a culo alto!

sbarrax ha detto...

Foto del culone del cigno di Riva del Garda :)

Michiamomitia - fu fatacarabina ha detto...

è una delle cose più belle viste in questi tre giorni passati fuori casa, e di certo non era blogger, il cigno. Ma culone di sicuro :)

Creative Commons License
hotelushuaia is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.hotelushuaia.blogspot.com. Questo blog non è una testata giornalistica ma uno spazio di libera espressione del pensiero personale