Fatacarabina

Fatacarabina

giovedì 3 dicembre 2009

Certe cose...

Oggi al tg, mentre mangiavo un panino, ho sentito la storia dell'asilo chiuso dalla polizia, perché lì le maestre picchiavano i bambini.
E mi è passata la fame.
A me la maestra alle elementari mi legava la mano dietro la schiena, la mano sinistra, per impedirmi di scrivere con quella, io che sono mancina.
All'epoca quando mamma lo venne a sapere andò a scuola, successe il classico quarantotto, ma erano altri anni, i panni sporchi si lavavano in fretta e nel privato delle aule...
Io quella maestra me la sono portata fino agli esami di quinta e poi ha continuato tranquillamente ad insegnare fino alla pensione.
Nessuno l'ha ritenuta una inadatta all'insegnamento perché legava i bambini per costringerli a non usare la mano "del diavolo" o diceva che puzzavano...Noi invece siamo cresciuti sentendoci un pochino disadatti dentro.
Specie quando scriviamo con la penna, che trema sempre guardacaso.
Ecco, oggi la polizia mi sta davvero simpatica.

5 commenti:

Baol ha detto...

Lo hanno fatto anche con me...lo ha fatto mia mamma...è veramente una cosa stupidissima


Quanto alle maestre, anche a me hanno fatto passare la fame...ma come si può fare una cosa del genere ad un bambino?!

Caigo ha detto...

Gli educatori.
Dovrebbe essere figure rassicuranti, preparate e motivate (non puoi lavorare con i bambini se non ami i bambini).
Quali giustificazioni daranno del loro comportamento quelle due "signore" beccate dalla polizia.
Son proprio curioso....

fatacarabina - remedios ha detto...

anche io sono curiosa...

L'insulso ha detto...

IO legherei loro le mani, incerotterei la bocca, tapperei il naso, e le orecchie e porgerei loro una penna obbligandole a scrivere
"non son degna di esistere in questo mondo di bimbi"

CAZZO

Baol ha detto...

Oggi al tg hanno trasmesso il video...m'è passata la fame e montato l'odio

Creative Commons License
hotelushuaia is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.hotelushuaia.blogspot.com. Questo blog non è una testata giornalistica ma uno spazio di libera espressione del pensiero personale