Fatacarabina

Fatacarabina

domenica 30 agosto 2009

Sonniloquio

Io ho sempre pensato una cosa. Che se dormo con qualcuno, questo prima o poi mi ruba i segreti, quelli miei, profondi.
E allora io, quando dormo con qualcuno, mi devo proprio fidare e, spesso per difesa russo, specie quando ho il naso tappato dal raffreddore o da 'sta maledetta aria condizionata o dalle sigarette. Sì, è proprio così.
E' questa la motivazione psicologica del mio russamento, che ogni tanto appare.
Però se russo, nessuno mi parli. Perché finisce che rispondo...

Il problema è che io da piccola all'inizio ero sonnambula, poi ho virato sui sonniloqui. Non me ne sono accorta io, me lo hanno raccontato. Quando vivevo con i miei. Io dormivo nella mia cameretta, mia madre se ne stava nel suo letto ( anche lei pare abbia lo stesso vizietto mio) e quando mio padre rientrava a casa tardi dalle riunioni di partito, ci sentiva parlare nel buio da una camera all'altra.
Accendeva le luci per salutare pensando fossimo sveglie e noi in realtà stavamo dormendo, ma facevamo lunghi discorsi. Erano dei botta e risposta.
Per fortuna, non ci ricordavamo niente la mattina dopo ma mio padre ci raccontò tutto. In quella occasione non dissi molto, se non che avevo baciato uno e che la cosa mi era piaciuta...Ma da allora l'obiettivo è stato andar a viver da sola, avrò avuto 17 anni, massimo.
Capite, se mio padre gli prendeva il vizietto di registrare il vizietto di due che parlano nel sonno...
Comunque secondo me lui ne ha approfittato, e domande ne ha fatte a tutte e due...Ne son sicura.

Sono andata a legger qualcosa su questi sonniloqui e dicono che capita spesso a chi ha la febbre...ma anche ai normali con le apnee notturne e io visto che talvolta, colpa del raffreddore o delle sigarette, finisce che russo, insomma tutto è collegato.

4 commenti:

Claudio dei Norma ha detto...

Non so se la cosa è in qualche modo collegata, ma se a letto, prima di prendere sonno mi fai parlare e nel mentre mi addormento, comincio a parlare di quel che succede nella dimensione dei sogni.
Tu invece parli del "reale", giusto? Beh, in questo caso fai bene a russare se ritieni possa salvaguardarti da eventuali abusi di questa tua peculiarità.
A ben pensarci, chiunque facesse una cosa simile non meriterebbe di dormirti accanto, in realtà meriterebbe solo calci, sarebbe una violazione inaccettabile del tuo sacro privato, un'offesa e un oltraggio al tuo sé più profondo e segreto.
Non voglio nemmeno pensare che possa succederti.

fatacarabina - remedios ha detto...

Non prendermi troppo sul serio, Claudio, che io in realtà mica so cosa dico nel sonno, dico cose vere ma anche fantasie temo

NikkoHell ha detto...

toh ti sei beccata un bel premio sul mio blog e mi odierai per questo.

Claudio dei Norma ha detto...

Scusa, ti ho preso sul serio.

Creative Commons License
hotelushuaia is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.hotelushuaia.blogspot.com. Questo blog non è una testata giornalistica ma uno spazio di libera espressione del pensiero personale