Fatacarabina

Fatacarabina

domenica 4 settembre 2011

Spallucce

Ho imparato un po' di cose quest'estate.
E me le segno qua, perché è bene ricordarsele.
Anzitutto c'è gente che non fa assolutamente nulla per il proprio bene personale se non stare a criticare quello che gli altri fanno e provano un sottile gusto a sentirsi sempre e comunque migliori se a quegli altri le cose non vanno benissimo. Io oramai davanti a questi esempi di vita morigerata non vado oltre la faccia da "mavacagher". Ho imparato a fare spallucce: affari loro, se non si sporcano mai. Non sapranno, dopo, come pulirsi.
Ho imparato poi che probabilmente mai sono stata depressa e mai lo sarò perché davvero io sono un bicchiere mezzo pieno e mai mezzo vuoto. Mi voglio molto bene per questo. C'entra anche lo scrivere, che è il mio modo di comunicare, evidentemente.
(A proposito è in arrivo una bella novità - vi dirò a tempo debito). 
Ho imparato che forse proprio perché sono piena di mediocrità mi salva questa fame, che ho dentro, di migliorare me stessa e la vita che faccio. Ma rispetto al passato, quando vivevo questo stato con ansia, oggi sono diventata più paziente e questo aiuta, cavolo se aiuta. Non penso più che il futuro è là e io devo correre. Il futuro è oggi, e allora faccio spallucce ai pensieri negativi.
Ho imparato anche che ci sono persone che voglio nella mia vita ma non so bene come e allora sto zitta ma non faccio spallucce.

3 commenti:

Elenucci ha detto...

"Ho imparato anche che ci sono persone che voglio nella mia vita ma non so bene come e allora sto zitta ma non faccio spallucce."

E direi che questa è la cosa più importante!
:)

peppermind ha detto...

Bello... eccezionale la conclusione! :)

Michiamomitia - fu fatacarabina ha detto...

eccezionale... è vita. Ciao Pepper
Elenucci hai ragione :)

Creative Commons License
hotelushuaia is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.hotelushuaia.blogspot.com. Questo blog non è una testata giornalistica ma uno spazio di libera espressione del pensiero personale