Fatacarabina

Fatacarabina

mercoledì 27 agosto 2008

Il sesso nell'era di...

Metti che sei donna, libera, tutt'altro che condizionata da questo o quel clichè. Metti che una sera accendi skype perchè magari aspetti di vedere se un tuo amico si collega. Metti anche che per curiosità, o noia, su skype ci ritorni e ti posizioni su skype me, aprendoti ai contatti con chiunque. Beh, si apre un mondo. Fatto principalmente di uomini. Che vogliono una sola cosa.
Che tu accenda la webcam per farti vedere. E che magari, improvvisi uno strip-tease per loro. O che tu dia piacere a loro.
Hai poco da spiegare che il sesso virtuale ti annoia, che la cam è rotta. Ci sono situazioni decisamente imbarazzanti. Quello che ti chiede subito la misura del reggiseno o cerca di invogliarti inviandoti , senza autorizzazione, un file con la foto di un pene in primo piano. C'è chi ti infastidisce chiamandoti per avviare una chat video eloquente, e chiedendoti se ti interessa fare sesso senza neanche prima manco salutare. Chi tu sia non è importante, alla fine sei solo una parte di corpo.
Non sono una bacchettona, ma francamente ritengo difficile provare un qualsiasi piacere in questo modo.
Ma dall'altra parte, nell'era di Skype, tutto questo passa in secondo piano.
Se chatti, se ti muovi in internet a tarda ora e sei di sesso femminile, sei lì solo per un motivo.
Chissenefrega se non è vero, se magari hai solo voglia di fare quattro chiacchiere con qualcuno completamente diverso da te o esercitarti nella comprensione di una lingua straniera. In quanto donna navigatrice, sei considerata il più delle volte automaticamente pronta. Solo per una cosa, il sesso.
Per esperienze sessuali che alla fine cosa potrebbero essere? Solo delle pure e semplici masturbazioni, celate da esibizionismo spinto.
E finisci con il passare la serata a dire di no, cercando di capire con chi potresti solo conversare. Perchè magari da essere pensante sei convinta che la conversazione sia la base primaria di qualsiasi tipo di rapporto con il prossimo; è l'habitat in cui ti muovi, ogni sacrosanto giorno della tua vita.
Basta un click per chiuderti alle spalle questo mondo. Ma non parlarne sarebbe stupido, oltre che ipocrita. Spegni e fai finta di nulla. Ma quel mondo, nonostante te ( e questa è la fortuna alla fine) , continua ad esistere.

6 commenti:

davide_tarasconi ha detto...

Qualche mese fà ero in Erasmus e la mia coinquilina lituana veniva costantemente assaltata su Skype, quasi esclusivamente da italiani. (abbiamo la capacità di farci riconoscere pure lì)

Sfigati arrapati che conoscevano due parole in croce di inglese e abboccavano come pesci quando lei (io) rispondeva in italiano.

Non sai le risate che mi son fatto, di alcuni ho tenuto anche il nickname, per ogni evenienza.

mucio ha detto...

La cosa più divertente è che ci sono tantissimi uomini che si fingono donne per fare sesso in chat con altri uomini, non perchè siano gay o altro, ma perchè si divertono così, visto che di donne disponibili ce ne sono poche fanno un po' a turno.

Edo ha detto...

secondo me hai un approccio errato alla questione. Gli uomini non ti considerano pronta ma saggiano la tua disponibilità ... molto tempo fa poteva esserci il gruppetto di amici che fischiava alle tipe per strada ma venir rifiutato da 50 tipe per notte avrebbe irrimediabilmente compromesso la reputazione di chiunque davanti agli occhi dei compari. Su internet si caccia in solitaria e 100 o 1000 rifiuti per notte non pesano visto che gli amici non lo sanno. Mio fratello prima di "accasarsi" si è procurato una discreta quantità di sesso in questo modo. Si tratta di "spammer" del sesso ... non ho idea di quante tipe lo abbiano mandato a cagare ma di sicuro qualcuna si è dimostrata disponibile ... Con questo non voglio giustificare questo comportamento ma mi ricordo che esisteva già ai tempi di icq. Secondo me basterebbe stamparsi i messaggi osceni e andare dai carabinieri ogni volta a denunciare la cosa ... se tutte le tipe molestate lo facessero il problema si risolverebbe in fretta ...

metakappa ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
GinoTocchetti ha detto...

a parte questo specifico esempio, esiste una versione anche per i maschietti, in quel caso sono venditori di porno a prendere l'iniziativa con "adescamenti" virtuali.

Ma non solo: stavo proprio ragionando l'altro giorno su come il concetto di "web2.0" induca a pensare che tutti, una volta che hanno questa nuova possibilita', si esercitino nell'esprimere la parte migliore di se'.

Non e' cosi'. In molti rimangono su un modello comportamentale che ci aspetteremmo essere ormai superato (cioe' 1.0 ;-).

E forse non e' nemmeno corretto metterli in questo tipo di relazione. C'e' un lato positivo nel gioco di ruolo, un po' opaco ma fatto con buone intenzioni. Poi c'e' un lato negativo, quello a cui riferisci anche tu, che ne costituisce una degenerazione. Io per scherzo l'ho chiamato modello 1.1 (;-), la versione "bacata".

Tutto il ragionamento e' sul mio blog (non metto il link per non spammare!)

Hoshimem ha detto...

Come ti capisco...era così ai tempi di ICQ (ora non uso più IM), ma so anche che grazie a quella "non-privacy" ho conosciuto il mio attuale ragazzo :) e son 8 anni domani...

ciao! ^_^

Creative Commons License
hotelushuaia is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.hotelushuaia.blogspot.com. Questo blog non è una testata giornalistica ma uno spazio di libera espressione del pensiero personale