Fatacarabina

Fatacarabina

mercoledì 4 maggio 2011

Pachamama

Ho bisogno di Ande, cavoli.
Sono tre anni che per un motivo o per l'altro, io, non ci vado sulle Ande e insomma mi sa che il subconscio mi sta parlando direttamente in questo periodo. E mi dice fai la valigia e parti. Me tocca aspettare, il lavoro non consente di andar via subito e quindi vabbé me accontento e finisce che ogni sera me le sogno le Ande, solo che sono qua, in terraferma, mica a migliaia di chilometri di distanza. L'altra sera ho sognato che facevo il rito della Pachamama e come l'altra volta, quando l'abbiamo fatto davvero, io ero svenuta perché fumare una sigaretta a 4.200 metri d'altezza, ho imparato, non si fa. No, no, no.
E allora io, come l'altra volta, sono nel sogno svenuta, solo che stavolta la Pachamama viene a svegliarmi e mi dice, oh insemenia, ti dai una mossa?
Parla veneziano la Pachamama. Secondo me è perché vive con me da alcuni anni e allora ha imparato. Secondo me è per quello. E io ho aperto gli occhi e lei mi fa ce l'hai la cocacola? E io sì. Ce l'hai il tabacco. E io sì, guarda sono svenuta perché mi sono fumata una sigaretta. Bea folpa, mi ha detto lei. Hai ragione, le ho detto io. Hai mele, pere, pansetta, bigoi in salsa? ha proseguito lei.
Se vuoi i bigoi li preparo, le ho detto. Bon butta sù, mi fa lei e allora ho cucinato i bigoi per la Pachamama e intanto si parla come due vecchie amiche. Lei è grande, ben più enorme di quella che tengo in corridoio e mi dice che aveva prurito tra le trecce, e allora mentre la cipolla e le acciughe fanno le loro cose, io le sciolgo le trecce, le pettino i capelli e poi mi sono messa a farle la riga in mezzo in testa, col pettine e tiro e più le trecce diventano più lunghe. I suoi capelli mi passano tra i piedi e mi fanno il solletico. E sai come è, tra amiche finisce che ridi e parli degli amori e pure delle cose un pochino zozze e allora mi fa ce l'hai il vino e io ho portato la bottiglia e lei si è messa a bere e a mangiare i bigoi là direttamente dalla pentola . E il buco in terra? le ho chiesto io. Lassa stare, mi fa lei, siediti e mangiamo. E poi ci siamo fatte anche il caffé. E alla fine lei mi fa ce l'hai una sigaretta? E io certo che sì e ce ne siamo accese due. Ma a 4.200 metri d'altezza non si fuma, no no no. Siamo svenute tutte e due.


2 commenti:

PuntoFranco ha detto...

Però potevi farle anche il polpo, allora sì che era contenta :)

silvia.paperblog ha detto...

Buongiorno,
Ti contatto tramite commento perché non ho trovato nessun altro modo per farlo.
Vorrei farti conoscere il servizio Paperblog, http://it.paperblog.com che ha la missione di individuare e valorizzare i migliori blog della rete. Ci piacerebbe che tu entrassi a far parte dei nostri autori.

Sperando di averti incuriosito, ti invito a contattarmi per ulteriori chiarimenti,

Silvia

silvia [at] paperblog.com
Responsabile Comunicazione Paperblog Italia
http://it.paperblog.com

Creative Commons License
hotelushuaia is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Non opere derivate 3.0 Unported License.
Based on a work at www.hotelushuaia.blogspot.com. Questo blog non è una testata giornalistica ma uno spazio di libera espressione del pensiero personale